Ankara- Cocuk

Michele oggi non è andato a scuola, causa: tempesta di neve.

Per la prima volta ieri sera mi ha parlato dell’asilo: ho tradotto il menù dell’asilo, mi mancava un pezzo di merenda ma il pranzo c’era tutto.

Allora gli ho chiesto: “Com’era la zuppa di lenticchie?”, invece di un generico: “Cosa hai mangiato all’asilo?”, e finalmente mi ha risposto!

“Fa schifo!”, mi ha detto, “Ma il mio amico biondo l’ha mangiata tutta, era seduto vicino a me.” Gli ho chiesto della maestra, se non si era arrabbiata “No, mi ha detto di aprire la bocca e io ho sputato la zuppa, ma la maestra non si è arrabbiata.” A differenza della mamma che si sarebbe incavolata non poco.

Stamattina abbiamo letto i nomi dei compagni e lui mi correggeva l’accento e mi diceva: “‘E un mio amico” o “‘E una bimba bella”. Ora sta guardando i cartoni animati in turco, ripetendo a volte le parole per cui ridono i personaggi.

Michele è arrabbiato, fa la pipì addosso e ancor peggio la cacca, guardandomi. Poi mi picchia, cosa che non faceva, e fa i capricci, si butta a terra, vuole essere preso in braccio. Se proprio non sa cosa fare per farmi arrabbiare mi guarda e dice: “Cavolo”, se non funziona si mette a cantare “Che palle!”, le altre parolacce ha decretato che sono troppo pericolose.

Non vuole andare a scuola perché non capisce le maestre, mentre i bambini li capisce. Vuole andare in un asilo italiano ma qui non ce ne sono.

Abbiamo anche cantato le canzoncine che ci sono sul quadernino dell’asilo, quelle in inglese con la traduzione in turco, così io le traducevo anche in italiano.

Un’altra difficoltà è che qui i bambini non si sgridano in pubblico e se i bambini piangono tutti, ma proprio tutti, i passanti, i negozianti ecc, si sentono in dovere di prenderlo in braccio, vezzeggiarlo, dargli uno zuccherino o un qualcosa per farlo smettere e poi ridarmelo. Così se piange perché lo sto sgridando passo anche per il mostro di Lochness.

Annunci

One thought on “Ankara- Cocuk

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...