Ankara e la festa dei bambini

Ore 17,00: siamo all’asilo di Michele per la festa dei bambini. I bambini stanno ballando e io mi avvicino piano piano per non farmi vedere da Michele. Fin dall’inizio ho avuto la sensazione, poi confermata da Anne seguendo i racconti di Mattei, che Michele venisse isolato dagli altri bambini in quanto straniero. Nel giardino i genitori fanno capannello attorno ai bambini e alle maestre che stanno ballando la solita terribile musica pop turca, i balli sono ispirati alla tradizione e Michele volteggia tra le bambine che se lo passano ridendo. E lo chiamano: Mikele, Mikele.

Brutto infingardo che non è altro!

Appena mi vede smette di saltare e corre ad abbracciarmi facendo la faccia del bambino abbandonato. Basta, non mi lascia più. Devo aspettare l’arrivo di un Garfield gigante per farmi dimenticare nuovamente. Nehil piange perché non c’è la sua mamma e allora prendo il coraggio e chiamo Mina al telefono, in Inglese. Arriva anche Anne e anche lei viene presa d’assalto da Mattei e Paul. Sui cancelli e sui tavoli sono appesi tutti i lavori dei bambini che poi noi mamme raccogliamo come fiori: collage, ebru, ceramiche, disegni, giocattoli costruiti con materiali di riciclo. Io non resisto e raccolgo anche tre foto del padre della patria abbelliti con fiori di carta dai bambini, credo che insieme alle bandierine turche rappresentino un bel bottino. Non sono riuscita a prendere i palloncini con la mezzaluna e la stella. Chissà dove si comprano? I cuochi portano dolci e borek salate. Garfield vende oggetti a sei volte tanto il prezzo di mercato (così mi dice Mina) sicuro che nessuno dei genitori dirà no hai propri bambini. Ed è proprio così, in una nazione dove ci sono bimbi che non vanno a scuola e lavorano scalzi nei campi, tanti altri sono viziati in maniera incredibile. La sera Michele mi racconta che ha tirato le pietroline che stanno dai giochi a Garfield. Poveretto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...