Appunti di viaggio. Istanbul. Tecnik Üniversitesi.

Otto colonne ioniche mangiate dal tempo. Una tipa tatuata, dai capelli neri mesciati verde, strattona un cocker color miele che si infratta nelle siepi. Sei palme nane guardano questo imponente edificio neo-classico in cemento armato sbriciolante. Solo i tre scalini e il pavimento del porticato sono in vero marmo. Un’incessante fiumana di uomini e donne, prevalentemente giovani, entra nella grande porta di legno presidiata da una guardia. Nessuna donna velata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...