Ankara-Process drama-Laboratorio teatrale in lingua Italiana

classe sestaStanza degli insegnanti ikinci dil, ovvero seconda lingua straniera. Qui è l’ODTU koleji, scuola materna, elementare, media e liceo nata per i figli dei professori del ODTU, prestigiosa università statale. Letteralmente vuol dire: Orta Doğu Teknik Üniversitesi, università tecnica del medio oriente. È qui che si formano gli ingegneri, i programmatori, i matematici ma anche gli architetti, i letterati e i filosofi della futura Turchia.

Il koleji nacque dal fatto che in Turchia le scuole pubbliche  sono molto affollate e le private care, la creazione di una scuola privata frequentata da figli dei professori universitari permette loro di dare una buona istruzione ai propri figli a prezzi dimezzati in quanto il fine della scuola non è il guadagno. Inoltre credo che sia una discreta goduria, se sei un insegnante universitario, nell’avere la possibilità di sperimentare e disciplinare tutte le fasi di istruzione di generazioni di futuri intellettuali, dall’asilo all’università.

I figli dei professori universitari pagano il 50% della retta e sono il 40% degli studenti, i figli degli insegnanti del Koleji non pagano e sono il 20% degli studenti e i privati pagano all’incirca 20  000 lire l’anno e rappresentano il restante 40%. Comunque e da qualunque famiglia provengano i ragazzi che hanno 10 in tutte le materie non pagano.

L’altra parte della medaglia è che se i ragazzi possono accedere a un insegnamento classe sestaprivilegiato i genitori sono legati da un doppio filo al loro lavoro: perdere il lavoro o cambiare facoltà significa perdere questo diritto a un istruzione privilegiata.

Entra in sala insegnanti la responsabile del dipartimento, entra senza salutare e apre la finestra facendo entrare il freddo glaciale. Come sempre le ho visto fare in questi tre giorni inizia a strigliare il primo  collaboratore che le capita sotto tiro per le motivazioni piú disparate, occhi al cielo e quando esce gli insegnanti iniziano a cucirle il cappotto, espressione genovese per indicare il pettegolezzo spinto verso una persona. Questa è l’altra parte della medaglia.  All’ODTU, come in tutta la Turchia, ogni cosa è regolamentata: i vestiti degli insegnanti e dei ragazzi, il taglio dei capelli, l’importanza del voto e degli esami.

I ragazzi hanno dieci ore di inglese la settimana più altre due ore di un’altra lingua straniera.

In questi tre giorni ho lavorato con Katia, una mia amica italiana e insegnante di italiano all’ODTU: ho tenuto sei lezioni di teatro in italiano con ragazzini di dieci, undici e dodici anni. Il loro livello di turco non andava oltre una presentazione stentata e io parlavo solo in italiano.

A essere sincera non ho notato grandi differenze con dei ragazzi della stessa età italiani, certo, parlavo più lentamente, non potevo raccontargli quella dell’uva ma il succo, gli esercizi teatrali, siamo riusciti a svolgerli come da programma e, alla fine della lezione, sono usciti “parlando” in italiano; ovvero la solita presentazione ma questa volta utilizzata da loro spontaneamente e con maggiore sicurezza, come materiale per esprimere anche classe sestaaltro. La lingua come mezzo e non fine a se stessa.

All’ODTU non avevamo stabilito un compenso, rientrava in uno di quei lavori svolti in previsione del nostro -ormai tramontato- futuro in Turchia. La scuola si è però premurata di lasciarmi un attestato che testimoniasse il lavoro svolto e cinque alberi. Si, coi soldi che la scuola non mi ha dato essa ha piantato cinque alberi nel Campus, così il mio lavoro, il mio teatro, farà crescere cinque alberi in Turchia, cinque alberi che contrasteranno il deserto anatolico. E speriamo che sia di buon auspicio e che anche il deserto lavorativo che mi sembra di vedere in Italia possa essere bonificato.

Annunci

One thought on “Ankara-Process drama-Laboratorio teatrale in lingua Italiana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...