Genova. Piazza dell’Annunziata

Seduta sui gradini della chiesa. Quadrelli, armato di bastone e cappello, canta a ragazzini che ridono imbarazzati. Lui gesticola: “c’è un mondo psichedelico”. Loro distolgono lo sguardo. Lui si allontana, appoggiato al bastone, trascinando la gamba destra, il volto sereno. Una di loro ride singhiozzando. Quadrelli l’ho sempre viso col bastone e il cappello, piombare in mezzo a discussioni o a concerti,  a raccontare i suo mondo di suoni e a scroccare qualche tiro. Ma solitamente c’è sempre qualcuno che se lo ricorda quando ancora non aveva il bastone (quel brutto male…). Oggi quel qualcuno non c’è e i ragazzi ridono, si alzano dai gradini bianchi della chiesa e se ne vanno verso via Babi.

Dall’altra parte della strada, di fronte alla chiesa, grande e bianca, a quattro colonne e 14 scalini, c’è un palazzo verde decorato con capitelli corinzi, conchiglie e uccelli. Al centro della via c’è una rotonda con siepe e palme. Sto aspettando mia madre da quasi due ore e mi si congelano i piedi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...