Buoni propositi e cattive sensazioni

Questo è il post numero100 e da un anno che scrivo questo blog.

Nel frattempo ho cambiato continente, sono tornata in Italia, si sono infrante delle speranze e non se ne sono aperte delle altre.

Pomelo di Ramona Badescu

Il nostro vivere è quasi più dettato dallo stato d’animo che dalla realtà, il simbolo è il più vero tra le cose del mondo.

Sono rientrata in Italia, tutti sono felici, Michele senz’altro, tranne me.

Vivo in una città bellissima, tra chi amo, tra mare e sole, nella mia casa. Ma sono infelice.

Sono infelice perché mi sembra inutile tutto ciò che faccio, sono infelice perché mi sembra che nessuno sia interessato al mio lavoro e a quello che io potrei fare, sono infelice perché mi sento ingabbiata in una mancanza di possibilità.

Non ho sogni né scopi, ondeggio alla deriva di una vita apparentemente felice.

A volte mi viene da piangere a pensare a quanto è bello il centro storico, a quanto è bella la mia famiglia, posso scrivere e leggere, mangiare pesce tutti i giorni e pattinare al porto antico, andare in biblioteca con mio figlio, leggere “Pomelo” e Tolstoji. Ma non mi basta. Vorrei costruire qualcosa, vorrei non aver paura del futuro e sento che in questo paese, l’Italia, non è possibile. O almeno io non lo credo possibile, non ci credo più.

Domenica e Lunedì ci sono le elezioni, voterò Movimento 5 stelle, voglio sperare. Vorrei sperare. Almeno voglio vedere tutti quelli che si sono venduti la mia speranza avere paura.

E poi voglio andarmene, voglio vedere me stessa fuori dall’Italia, fuori dall’Europa.

Annunci

One thought on “Buoni propositi e cattive sensazioni

  1. E’ triste quanto hai scritto, con addirittura venature di disperazione; e non è andando “fuori dall’Europa” che potrai trovare una soluzione, bensì andando “fuori da te stessa” per occuparti degli altri (iniziando dai familiari, che sono il nostro “prossimo più prossimo”).
    Sono nuovo di qui e non so bene come comportarmi sul piano strumentale… Il mio “quadratino-icona” compare tra gli amici di Elisabetta, ma non so neppure se tu puoi notarlo! Se puoi, cliccaci sopra e ne verrà fuori una presentazione sia circa la mia persona che la mia attività quotidiana.
    Comunque sia, ti invio il mio indirizzo di posta elettronica: paolo.morandi@teletu.it Vorrei poterti spedire un mio breve articolo, dal titolo: “Uscire dalla depressione”. Un cordialissimo saluto, Paolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...